I cent’anni dello studio Chiarini

I Cent'anni

dello studio

21 dicembre 1919. Quando il mio bisnonno Carlo Alberto Chiarini si iscrisse all’Ordine degli Avvocati di Bologna (per la verità all’albo dei procuratori inizialmente, poi in un secondo momento a quello degli avvocati) aveva 25 anni ed era reduce della Grande Guerra.

La prima sede del suo Studio, all’epoca, era in Via Augusto Righi, a Bologna naturalmente; solo nel 1946, l’anno in cui nacque mio padre, fu trasferita in Via Saragozza (sempre “dentro le mura”) e, 12 anni più tardi, in Galleria Cavour.

Quello che so, appreso dai documenti rinvenuti in Studio o da qualche racconto di mio padre, è che in quasi 75 anni di carriera, non solo come Avvocato ma anche come Vice Pretore, il “nonno Carlo” si occupò principalmente di diritto civile e tributario, firmò un breve manuale di procedura civile intitolato “La Procedura Civile Fascista” (per sopire alcune accuse di dissidenza al regime), fu nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente Einaudi, insignito della medaglia d’argento per i Benemeriti della Pubblica Finanza e della Toga d’Oro per i 50 anni di iscrizione all’Ordine, e morì un mese prima di compiere 100 anni, una mattina di marzo del 1994, prendendo l’autobus per recarsi in ufficio.

So anche che mio padre, Carlo Emanuele, nato Traina, aveva un legame strettissimo con suo nonno, tanto da aggiungere il suo cognome al proprio appena divenuto maggiorenne, e da seguirne le orme con particolare dedizione.

Si iscrisse all’Ordine il 20 maggio 1974 e lui pure si occupò soprattutto di diritto civile, ed in particolare di diritto immobiliare. Fu lui a trasferire lo Studio nella sua sede attuale, in una delle strade più “tipiche” di Bologna, nel 2002. Non so se anche a mio padre furono conferiti premi o medaglie, non credo e non ne ho traccia, e in tutta sincerità nemmeno mi interessa ripercorrere, qui, i dettagli di una carriera comunque gloriosa. Quello che so di mio padre, infatti, non è appeso ai muri o esposto sugli scaffali, ma è in quello che ho visto, ascoltato e vissuto, è nell’educazione che mi ha impartito, è negli appunti ritrovati nelle pratiche e negli atti processuali da cui non smetto di imparare, ed è nelle persone che lo hanno conosciuto e che nei suoi confronti continuano ad avere sempre e solo parole di stima ed affetto incondizionati, anche ma non solo per il professionista di valore assoluto che è stato.

Oggi, cento anni di Studio Chiarini sono tutto questo. Sono il frutto della capacità di una famiglia di trasmettersi e di tramandare, (è proprio il caso di dirlo) nei secoli, una professionalità e una passione per la Giustizia che trascendono le difficoltà che quotidianamente un giovane giurista si trova ad affrontare in questo momento storico. Sono un po’ uno “scherzo” del destino, un caso, forse. Certamente sono una sfida. Sono un traguardo che, se ne facciamo una questione matematica, poco mi appartiene, ma che dà tanto senso ai miei, ai nostri, sforzi di ogni giorno. Tanto da essere più un punto di partenza che di arrivo. Un altro punto di partenza.

Bologna, 21 dicembre 2019

Riccardo Traina Chiarini

LO STUDIO

Via Broccaindosso 32/2 – 40125 Bologna

EMAIL

TELEFONO E FAX

Tel. +39 051227891 – +39 051231132
Fax +39 051222406

INFORMAZIONI LEGALI

© 2019 | Studio Legale Chiarini

Designed with by Whead